I segreti di un logo efficace

costruire logo

Quali sono i segreti di un logo efficace?
Che cos’è un logo?

Il logo è il simbolo rappresentativo di un’attività o di un prodotto, ne è il sigillo e la sintesi di tutta la comunicazione aziendale e diviene punto di partenza e di arrivo di quella che viene chiamata Brand identity.

Ma quali caratteristiche deve avere un logo per piacere, per funzionare e soppratutto essere allineato coerentemente con la propria attività? Esistono dei segreti per rendere un logo efficace… visivamente? Quante domande…

Partiamo dalle basi cercando di approfondire cos’è un logo e a cosa serve:

Il logo è un simbolo che nella sua estetica dovrebbe risultare il più semplice possibile e sintetizzare concetti come la storia, l’identità e la direzione dell’attività o del prodotto. In poche parole: un passato un presente e un futuro, condensati in un simbolo.

Sembrano molte cose da racchiudere in un semplice simbolo, come può contenere e trasmettere così tante informazioni?

Il Logo: inconscio ed irrazionale.

Siamo abituati a spiegarci a parole e pensiamo di riuscire a comunicare tutto attraverso di esse, ma in verità la parte inconscia del nostro cervello funziona da sempre a simboli (archetipi): da tempo immemore l’uomo riconosce attraverso metafore, simboli, associazioni concettuali, archetipi,… e tutto questo accade molto prima che si attivino i processi razionali della mente.

La visione di un simbolo evoca in un colpo d‘occhio informazioni e concetti che a parole non sapremmo spiegare nemmeno avendo molto piú tempo a disposizione. Quello che evoca un simbolo é di per sé, un processo irrazionale. Sì, perché tocca la psiche e aspetti di cui non siamo quasi mai pienamente consapevoli, ancor meno in questo periodo storico in cui lo stimolo mediatico ha abbassato così tanto la soglia di attenzione di tutti.

Tutta la pubblicitá lavora fortemente sulla simbologia.
Embè che novità 😉

Certo non è una novità che la pubblicità lavori fortemente sulla simbologia e la trasmissione di contenuti che passano ad un livello molto piú sottile rispetto al pensiero logico, MA: chi sa interpretare gli aspetti analogici della coscienza ne ha piú facilmente padronanza… e questo diviene un grande potere e una grande arte, di questi tempi.

Per farla breve: la parola espressa non basta a dire tutto, ma la simbologia di un marchio può imprimere e trasmettere contenuti estremamente importanti e soprattutto collegati all’identità dell’azienda o del prodotto, con il fine di raggiungere alla precisione chi risuona a quella particolare “sinfonia” e che sta cercando esattamente quello che si sta offrendo.

L’identità è nel Logo.

Il ruolo ricoperto dal logo è qualcosa di decisamente impegnativo perché come abbiamo detto riassume i valori e le ambizioni di un’azienda, e cosa importantissima e mai abbastanza scontata: un’azienda ci si deve RITROVARE nell’immagine del suo logo. Sembra banale ma non lo è.

Molti designer progettano simboli estremamente sofisticati e “alla moda” che purtroppo finiscono presto per non “funzionare”, ci sono altrettante aziende che commissionano ed investono moltissimo denaro nella costruzione di un logo che poi hanno difficoltà ad utilizzare perché non ci si rispecchiano. Per questo motivo è importante evitare di assomigliare ai competitors attraverso il loro logo, pensando di copiarne la notorietà ma finendo per fargli ulteriore pubblicità.

Molto meglio pensare alla propria attività e ai propri valori, raccontandoli ad un professionista che abbia maturato la giusta esperienza in quest’attività e che sappia intuire, oltre alle parole, cosa desiderate veramente comunicare con il vostro logo.

Chiara
Brand Designer

Chiara Ferrarato

Chiara Ferrarato

Grafica pubblicitaria freelance, specializzata nella costruzione della brand identity.

Articolo successivo
Cos’è il Brand e come funziona

No results found

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu